Oliveto

L’Italia è il secondo produttore, dopo la Spagna, in Europa e nel mondo di olio di oliva con una produzione nazionale media di oltre 464 000 tonnellate, due terzi dei quali extravergine e con ben 41 denominazioni DOP e un’IGP riconosciute dall’Unione europea e nella produzione italiana l’olio della Tuscia è riconosciuto tra i migliori.

La S.s.a BFR, sempre in regime di agricoltura biologica ha investito anche in questa coltura ottenendo risultati molto soddisfacenti.

Nell’impianto sono presenti le cultivar tipiche del territorio quali Canino, Frantoio e Leccino 

La raccolta viene effettuata tra ottobre e novembre con macchine che favoriscono il distaccamento delle olive, che recuperate dagli appositi teli di raccolta vengono consegnate in giornata ai frantoi vicini per preservare la qualità dell’olio.